Recensioni

Io ci sono

Impegnativo ed emotivamente coinvolgente, “Io ci sono” è stato uno degli spettacoli simbolo di questa settimana sulla violenza contro le donne. La storia di Lucia Annibali, sfregiata dall’ex compagno Luca Varani viene raccontata attraverso una progressione di immagini ed impressioni che emarginano gli aspetti realistici e fanno emergere il lato più emotivo. Grazie ad un ambientazione metafisica, costituita da poco più di un letto e da un gioco di luci tra presente e passato, riusciamo a ricostruire la storia di Lucia passando dal dramma e dai tormenti che ha dovuto subire durante il suo ricovero in ospedale dopo l’incidente, arrivando ai momenti più leggeri degli inizi della storia d’amore con Varani. Andrea Bruno Savelli regista dello spettacolo, e per l’occasione interprete di Varani, insieme ad Alice Spisa nei panni di Lucia, sono riusciti con una recitazione d’impatto a lasciare qualcosa, restituendo una versione il più fedele possibile se non della vicenda in se ma della parte più profonda di essa.

Lascia un commento