Recensioni

Geppetto e Geppetto

12Con “Geppetto e Geppetto” di Tindaro Granata non ci si trova unicamente di fronte a uno spettacolo emotivamente forte, ma davanti a un vero e proprio percorso di riscoperta del significato di “famiglia”. Matteo, figlio di una coppia omosessuale, si presenta nelle vesti di un bambino, ma lo vediamo crescere fino all’età adulta. Affrontiamo insieme a lui temi estremamente complessi, come la moralità della pratica dell’utero “in affitto” o dell’ottenimento di un figlio tramite denaro, ma soprattutto la presunta indispensabilità di un legame di sangue per riconoscersi “famiglia”. Granata si limita a descrivere la realtà dei figli nel modo più naturale possibile, senza offrire opinioni, ma obbligandoci a porci delle domande.

Uno spettacolo giovane, che parla d’amore in modo nuovo e del tutto inaspettato.

Lascia un commento