GMAG consiglia

Albania casa mia.

“uomini ammassati in attesa di un destino comune… non c’è speranza in Albania, che è la malattia peggiore in cui uno stato possa cadere. Ma nella nave c’erano i sogni, le speranze.” E’ un argomento duro, un argomento attuale, soprattutto è un argomento nostro. Però in platea si ride. Lo spettacolo si destreggia fra aneddoti e racconti. Forse si ride, forse si piange, forse nessuna delle due cose, ma davanti a quel palco si ascolta un’esperienza che serve, la storia di una persona anzi, di migliaia di persone che vivono qui, oggi, con noi, ma che vengono da un’altra terra.

Lascia un commento