Recensioni

Una e una notte di pura immersione

Ebbene si, questa è l’esperienza che ci ha fatto vivere Maria Paiato con il suo assolo teatrale; un’immersione pura nei testi di Ennio Flaiano. Così come Flaiano muoveva i suoi personaggi con leggerezza e ironia, Maria è riuscita a dargli vita egregiamente in questa fantastica lettura interpretata. Lo spettacolo è stato un assolo accompagnato da musica e luci che è riuscito a trasportarci in quella Roma, frenetica e mondana, degli anni ’60  in cui il protagonista si è giostrato in mille peripezie: dalle uscite serali con un’accompagnatrice, all’incontro con un colonnello appassionato di U.F.O., fino all’essere rapito da un’aliena dalle sembianze umane di cui il giovane si era invaghito. Più che uno spettacolo posso dire che è stato un viaggio, in un posto ed epoca diversa, accompagnato e guidato dalla straordinaria voce ed interpretazione della Paiato. Maria è riuscita a trasmettere perfettamente le emozioni provate dal protagonista Graziano e da tutti gli altri personaggi, tenendo l’attenzione del pubblico sempre alta e viva, dandoci l’impressione di essere parte del racconto e non solo spettatori di questo splendido sinolo formato dalla mera potenza del testo di Flaiano e dalla forma della Paiato che porta all’atto la potenzialità di questo racconto.

Lascia un commento